disclaimer

News

15/06/2022

Israele ed Emirati Arabi Uniti firmano storico accordo commerciale

Il 31 maggio 2022, il Ministro dell'Economia e dell'Industria israeliano Orna Barbivai e il suo omologo, il Ministro dell'Economia degli Emirati Arabi Uniti Abdulla bin Touq Al Marri, hanno firmato un accordo di libero scambio (CEPA) che prevede la riduzione o l'eliminazione dei dazi doganali su oltre il 96% dei beni scambiati tra i due Paesi.

Questo accordo segna un "nuovo capitolo nella storia del Medio Oriente e mira ad accelerare la crescita, creare nuovi posti di lavoro e portare a una nuova era di pace, stabilità e prosperità in tutta la regione", ha dichiarato Thani Al Zeyoudi, Ministro di Stato degli Emirati Arabi Uniti per il Commercio Estero.

Il futuro sembra promettente, in efetti Il CEPA EAU-Israele potrebbe incrementare il valore del commercio bilaterale non petrolifero a più di 10 miliardi di dollari entro i prossimi 5 anni. Secondo quanto dichiarato dalla WAM (Emirates News Agency), l'obiettivo è continuare ad aprire il mercato per gli esportatori, attrarre investitori e creare opportunità in settori chiave come l'energia, l'ambiente e il commercio digitale. Tra i prodotti che saranno esenti dai dazi doganali, sia immediatamente sia nei prossimi 3-5 anni, vi sono prodotti alimentari, prodotti agricoli, cosmetici, attrezzature mediche e farmaci.

Il CEPA EAU-Israele rappresenta un passo avanti verso l'obiettivo degli EAU di diventare un hub regionale per il commercio, gli investimenti e le industrie del futuro, come indicato da Abdulla Bin Touq  Al Marri. Per fare ciò, gli EAU stanno cercando di costruire relazioni significative con partner chiave in tutto il mondo. In effetti, il CEPA EAU-Israele è il secondo grande accordo commerciale firmato recentemente dal Paese arabo, essendo il primo il CEPA Emirati Arabi Uniti-India, firmato a febbraio ed entrato in vigore il 1° maggio. 

Per maggiori informazioni è possibile contattare Paula Vega all'indirizzo e-mail: p.vega@bmvinternational.com.